Codice di Amministrazione Digitale: internet diventa punto d’incontro tra cittadino e pubblica amministrazione

25 gennaio 2016 by in category Blog, Edu with 1 and 0
Home > Blog > Codice di Amministrazione Digitale: internet diventa punto d’incontro tra cittadino e pubblica amministrazione

Con l’approvazione del Consiglio dei Ministri, il Codice di Amministrazione Digitale si avvia a cambiare radicalmente il rapporto tra cittadini e pubblica amministrazione. Quali cambiamenti dobbiamo aspettarci?

Codice-di-Amministrazione-Digitale
Il Codice di Amministrazione digitale (CAD) è la più importante riforma della Pubblica Amministrazione degli ultimi anni. Si tratta in un cambiamento delle modalità del rapporto tra cittadini e PA tramite l’introduzione di strumenti come identità e domicilio digitale, PIN unico e pagamento elettronico: il rapporto con la Pubblica Amministrazione diventerà più facile, rapido ed economico e si ridurrà l’utilizzo di documenti cartacei e degli sportelli per il pubblico.

La riforma CAD non è ancora legge: il testo definitivo, che dovrà ricevere nei prossimi giorni l’approvazione finale del Consiglio dei Ministri, potrebbe contenere alcune modifiche rispetto alla proposta originale. In ogni caso, si tratta di un importante aggiornamento tecnologico della Pubblica Amministrazione in Italia, nonché uno dei punti salienti dell’agenda digitale.

 

Il percorso di Openview con le strutture sanitarie

Quella dell’aggiornamento digitale è una strada che Openview percorre da tempo. Il progetto portato avanti con alcune strutture sanitarie di Padova e dintorni ha fatto uso delle stesse tecnologie che il CAD applicherà su scala nazionale e persegue gli stessi obiettivi: ottimizzare le interazioni tra medici e strutture sanitarie, snellire la burocrazia e fare un uso esteso delle più recenti tecnologie di comunicazione.
Strumenti come SPID, domicilio digitale e PIN unico stanno per diventare di utilizzo quotidiano: progetti come quello di Openview anticipano i tempi e si propongono come caso di studio e analisi in cui analizzare l’impatto di queste nuove tecnologie.

1 Comment

    Comments are closed.

    Gentile utente, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici propri e di terze parti per le sue funzionalità e per monitorare il traffico. Se vuoi maggiori informazioni o decidere quali cookie accettare e quali no vai alla pagina Cookie Policy. Cliccando su "Accetta" o proseguendo nella navigazione del sito acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.

    Impostazioni Cookie

    Scegli a quali tipologie di cookie dare il tuo consenso. Clicca su "Salva impostazioni" per applicare la tua scelta.